I riduttori cicloidali (non epicicloidali) hanno un meccanismo di riduzione veramente ingegnoso.

Visto che descriverlo a parole è piuttosto difficile vi rimandiamo a un video dove potrete capirne il funzionamento:

clicca qui.

I principali vantaggi di questo tipo di riduttore sono tanti:

  • Capacità di trasmissione di coppie molto elevate
  • Grande silenziosità
  • Alte coppie trasmissibili sia in partenza che in frenata.
  • Alta affidabilità
  • giochi ridotti
  • Rapporti di riduzione molto elevati anche con un solo stadio
  • Tutti gli attriti tra i vari ingranaggi che compongono la parte interna del riduttore sono volventi.

Questo genere di riduttore è utilizzato prevalentemente in applicazioni dove occorre grande precisione per cui la robotica e le macchine a controllo numerico sono il loro principale campo di applicazione.

Con un solo stadio, ma possono essere anche a più stadi, arrivano a rapporti di riduzione molto elevati per cui si possono utilizzare in applicazioni dove questo fattore è di determinante importanza.

Possono avere l’aspetto di un normale riduttore coassiale:

Riduttore cicloidale
I riduttori cicloidali: con piedi di fissaggio

Possono avere la flangia ISO per applicazioni robotiche:

Riduttore cicloidale con flangia robotica
I riduttori cicloidali: con flangia robotica

Oppure avere l’albero centrale cavo per permettere il passaggio di cavi:

I riduttori cicloidali: riduttore con albero cavo
I riduttori cicloidali: riduttore con albero cavo

Il prezzo dei riduttori cicloidali

I riduttori cicloidali sono riduttori molto costosi.

Il fattore che incide maggiormente sul prezzo di vendita è la grandezza, poi il numero di stadi e infine la precisione: anche se in realtà non esistono riduttori a gioco 0 alcuni di questi modelli ci vanno molto vicino.

Ovviamente questi sono più costosi, a parità di altre caratteristiche, rispetto allo stesso modello con gioco maggiore.

Adesso hai i dati essenziali per mettere in vendita il tuo riduttore ma se hai bisogno di aiuto puoi utilizzare il tasto di destra.

Informazioni sull'autore

lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *